martedì 15 giugno 2010

E3 2010: Conferenza Ubisoft

Ci prepariamo ad esaurire il reel giornaliero dedicato all'E3 con la conferenza Ubisoft. C'è grande attesa per i titoli dedicati a Tom Clancy e per Assassin's Creed: Brotherhood, ma chissà che non giunga qualche gradita sorpresa... Stay tuned!

Si parte subito con Child of Eden, nuovo gioco di Tetsuya Mizuguchi per PS3 / 360. Sul palco è attualmente dimostrato usando Kinect. Il gioco consiste nel controllare ritmicamente un cursore per lanciare delle "fireball", mentre sullo sfondo si generano proceduralmente degli effetti sonori; contrariamente a REZ, non c'è un avatar su schermo. A dimostrare il gioco è Mizuguchi stesso.


Joel McHale sale sul palco per presentare "giochi che si possano percepire", alludendo ai nuovi sistemi di motion control. "Enjoy the Ride of your Life!"


Ed ecco il trailer di Assassin's Creed Brotherhood. Computer grafica... di alto livello, ma pur sempre computer grafica. Assistiamo al ritorno di Ezio, circondato da soldati in una pubblica piazza, ma viene subito raggiunto da altri assassini. È il preludio ad una battaglia che chiude la prima parte del trailer; apprendiamo che i soldati di cui sopra sono Cavalieri Templari.
Adesso la dimostrazione avviene su PS3 con grafica in real time: Ezio si trova a costretto a fuggire da una Roma sotto attacco, privo del suo caratteristico costume da assassino. I cavalli adesso possono essere usati anche in battaglia; c'è molta distruzione ambientale. Ezio può controllare balestre e cannoni, oltre ad una serie di nuovi gadget; lo stile di gioco è più aggressivo nella resa della violenza e nel comportamento degli avversari.
Il video si conclude con sequenze di combattimento ed una panoramica di Ezio (dotato di balestra) in piedi in cima al Colosseo, il pubblico risponde entusiasticamente. Multiplayer cooperativo confermato.


Spazio a Shaun White Skateboarding, adesso. L'atleta americano è presente sul palco, spiegando in che modo è stato coinvolto nella realizzazione del gioco (motion capture anyone?); una dimostrazione sta per aver luogo su PS3.
SWS offre la possibilità di modellare a piacimento l'ambiente di gioco, riportando luce e colore nella città grazie ai propri trick. Il cambiamento estetico in seguito alle nostre azioni è evidente, e la modifica degli elementi architettonici avviene in punti prefissati dello scenario. Si può persino deformare l'asfalto a piacimento: ogni superficie e adatta a realizzare acrobazie! Il gioco sarà disponibile anche in versione 3D.



Ragazzi armati di pistole laser irrompono nella platea: è la presentazione di un gioco chiamato Battle Tag, dove si interagisce senza la necessità di uno schermo. Le pistole scannerizzano gli oggetti circostanti e creano un ambiente di gioco con checkpoint da controllare. Un Capture The Flag dal vero per 8 giocatori, in pratica. Poco convincente, purtroppo.


Il designer Tommy Francois sale sul palco svelando il suo nuovo gioco, Innergy. È un prodotto antistress che impiega un Vitality Sensor USB per misurare il ritmo cardiaco e della respirazione; a quanto pare, il battito del cuore controlla il movimento di un avatar a schermo. Anche qui, la perplessità del pubblico è palpabile.


Viene proiettato un video in cui alcuni sviluppatori spiegano come il videogioco si stia muovendo verso forme di interazione non convenzionali. Sembra proprio un elegiaco preambolo al motion control, mattatore assoluto dell'E3 sino ad oggi... Ed in effetti si tratta proprio di un gioco sportivo multievento (Motionsports) che sfrutta Kinect.


Si torna a Your Shape, già illustrato nel corso della conferenza Microsoft. La dimostrazione è identica, ed il lag nella ricognizione dei movimenti è egualmente ribadito.


Possibile che i Rabbids non tornassero ad annoiarci di nuovo? No... Infatti eccoli qui! Il nuovo gioco a loro dedicato si intitola Raving Rabbids: Travel in Time. Disponibile il 9 di Novembre negli USA.


Profumo di cose serie, finalmente. Un trailer di Ghost Recon : Future Soldier svela un micidiale arsenale fatto di droni, esoscheletri ed armi sperimentali; sembra che il gioco sia stato realizzato in collaborazione con professionisti della guerra, ipotizzando i possibili sviluppi della tecnologia bellica. Si parte con un camuffamento ottico e l'omicidio di una sentinella, nel tentativo di infiltrarsi in alcuni edifici. Grande fluidità e qualità grafica al servizio di uno stile di gioco prettamente stealth.
Una seconda sezione della demo vede il dimostratore cecchinare il pilota di un elicottero, scatenando una battaglia in piena regola. Fumo ed esplosioni di eccellente livello. Il gioco prevede modalità cooperative per 4 giocatori e 3D stereoscopico.



The best for last? Probabilmente. Ecco il nuovo trailer di Driver: San Francisco, finalmente restituito alle sue origini da driving game. Vediamo Tanner impegnato nell'inseguimento di un tal Jericho, il video si interrompe proprio nel momento in cui le due vetture stanno per scontrarsi. Si passa al gioco vero e proprio, graficamente ben realizzato ma con evidenti problemi di v-sync: la vettura inseguita lascia lunghe scie rosse dagli stop palesando anche a distanza la sua traiettoria. Se Tanner si schianta, può scegliere al volo una vettura vicina e trasferirsi istantaneamente al suo interno: questa soluzione, purtroppo, distrugge ogni sensazione di realismo.


Il presidente di Ubisoft Yves Guillemot sale personalmente sul palco per presentare un nuovo gioco di Eric Chahi: il suo nome è Project Dust, previsto per la primavera del 2011, ed è incentrato sulla gestione di una civiltà in grado di controllare gli elementi.


... E dal creatore di Beyond Good and Evil, arriva il nuovo Rayman Origins! Finalmente la mascotte Ubi torna al suo primo amore, ossia i platform in 2D. Qualità estetica di eccezionale livello.


Il terzo progetto di Guillemot è realizzato da Nadeo e si intitola ManiaPlanet. Trattasi di un pacchetto comprendente uno shooter in prima persona, un racing game (Trackmania 2) ed un RPG, tutti pesantemente customizzabili dagil utenti per creare esperienze uniche. Le tre beta di ManiaPlanet si avvieranno tra il 2010 e il 2011.


Ballerini occupano adesso lo stage sulle note immortali di Beat It. Che stia arrivando un gioco dedicato a Michael Jackson?


Incredibile ma vero, la conferenza Ubisoft si conclude qui... L'identità dell'ultimo gioco resta un mistero. Grazie per aver seguito anche questo liveblog - l'ultimo della giornata - attraverso VGB!


Nessun commento: